Arrestato il boss latitante di Sant’Antimo dopo conflitto a fuoco con carabinieri

Arrestato il boss latitante di Sant’Antimo dopo conflitto a fuoco con carabinieri

Arrestato il boss latitante di Sant’Antimo Filippo Ronga, in fuga dal 2013. La cattura è avvenuta intorno alle ore 21 di questa sera a Formia, sul litorale laziale, da parte dei carabinieri della compagnia di Giugliano guidati dal capitano Antonio De Lise.

Ci sarebbe stato un conflitto a fuoco nel quale sarebbero rimasti feriti lo stesso Ronga ed un carabiniere del Nucleo investigativo giuglianese. Il 42enne di Sant’Antimo è ritenuto dagli investigatori affiliato al clan Ranucci, in guerra con i Puca, ed era latitante dal 2013 dopo due ordinanze di custodia cautelare. I carabinieri hanno fermato tre persone nel quartiere di Castellone, ma uno dei tre ha tirato fuori una pistola. Sono stati momenti di paura. Uno dei militari a quanto sembra ha aperto il fuoco e ferito l’uomo a una spalla. A quanto pare non si era fermato all’alt dei militari, che erano da tempo sulle sue tracce. Ronga è stato soccorso dai sanitari del 118 e ricoverato presso il “Dono Svizzero” per essere sottoposto a un’operazione chirurgica.

Fermate dagli uomini dell’Arma – presenti sul posto con i colleghi di stanza in città e la polizia – le due persone che erano con lui in quei momenti, un giovane e una donna. Il ras ora è piantonato in ospedale e non sarebbe in pericolo di vita. Fine della latitanza dopo 5 anni grazie al lavoro senza sosta dei carabinieri di Giugliano ed alla pericolosa operazione di stasera a Formia. Un duro colpo alla camorra dell’area nord di Napoli. Negli ultimi mesi Sant’Antimo e dintorni sono stati attraversati da un’escalation criminale con raid intimidatori e bombe alle attività commerciali.

VIDEO:

Source:Arrestato il boss latitante di Sant’Antimo dopo conflitto a fuoco con carabinieri


Link sponsorizzati

annuncigratuiti
Questa voce è stata pubblicata in napoli. Contrassegna il permalink.